Dal white paper di Axie Infinity

Un metaverso è un luogo virtuale dove accadono molte cose: si gioca, si commercia, si socializza, si condividono esperienze. In questo cyberspazio è possibile (ri)definire la propria identità, dare forma ad altri mondi e interagire con diverse libertà e vincoli.

La pandemia ha fatto contrarre la nostra realtà fisica, separandoci, distanziandoci e rendendoci eremiti forzati. La fascinazione per i metaversi si è fatta più forte: sono diventati una valvola di sfogo per la nostra socialità repressa, meno tossici, più divertenti e colorati dei social media.

Fortnite, Roblox, Animal Crossing e altri hanno quindi dato rifugio a milioni di differenti solitudini…


Christine Vaufrey via Flickr — CC BY 2.0

Nel 2010, insieme ad Antonio Badalamenti, avevamo avviato un progetto di giornalismo partecipativo. Ispirati e incoraggiati da David Cohn, ideatore negli Stati Uniti di Spot Us, provammo a realizzarne una versione italiana. Implementai un prototipo di piattaforma, cominciammo con un piccolo team a raccogliere proposte di inchieste giornalistiche sia da parte di utenti che di giornalisti, testammo le funzionalità. Il progetto venne selezionato per il contest di finanziamento Working Capital di Telecom ma, avendo poi vinto lo stesso contest con un altro progetto, dovemmo a malincuore abbandonare l’idea.

Da allora ho continuato a seguire l’evoluzione di progetti di varia natura…


Come le blockchain realizzano la scarsità artificiale alimentando desideri reali (e un mercato redditizio).

Il “cryptopunk 7804” venduto per 7,5 milioni di dollari. No, non è proprio “questo”.

Un collage digitale dell’artista Peeble, “Everydays — The First 5000 Days”, venduto a un’asta di Christie’s a 69 milioni di dollari. Una semplice figura pixellata generata automaticamente venduta a circa 7,5 milioni di dollari (nella criptovaluta ether). La musicista e artista Grimes ha guadagnato centinaia di migliaia di dollari vendendo la sua collezione di opere digitali. Il CEO di Twitter Jack Dorsey ha messo all’asta il suo primo tweet, raggiungendo quotazioni da milioni di dollari. Carte collezionabili dei giocatori NBA basate su blockchain hanno generato ricavi per 230 milioni di dollari.

Questo boom dell’arte digitale e del collezionismo ha un…


Image from Axie Infinity white paper

A metaverse is a virtual place where many things happen: you play, trade, socialize, share experiences. In this cyberspace it is possible to (re)define one’s identity, shape other worlds and interact with different freedoms and constraints.

The pandemic has contracted our physical reality, separating us, distancing us and making us forced hermits. The fascination for metaverses has grown stronger: they have become an outlet for our repressed sociability, less toxic, more funny and colorful than social media.

Fortnite, Roblox, Animal Crossing and others have therefore given refuge to millions of different solitudes in the Covid era.

But one metaverse in…


Christine Vaufrey via Flickr — CC BY 2.0

In 2010, together with Antonio Badalamenti, we started a participatory journalism project. Inspired and encouraged by David Cohn, Spot Us founder in the United States, we tried to make an Italian version. I implemented a platform prototype, we started with a small team to collect journalistic inquiries proposals from both users and journalists, we tested the functionalities. The project was selected for Telecom’s Working Capital funding contest but, having then won the same contest with another project, we had to reluctantly abandon the idea.

Since then, I have continued to follow the evolution of various kinds of projects linked to…


How blockchains realize artificial scarcity by fueling real desires (and a profitable market)

The “cryptopunk 7804” sold for 7.5 million dollars. No, it isn’t really “this”.

A digital collage by artist Peeble, “Everydays — The First 5000 Days”, sold at a Christie’s auction for 69 million dollars. A simple, auto-generated pixelated figure sold for around $7,5 million (in the cryptocurrency ether). Musician and artist Grimes has made hundreds of thousands of dollars by selling her collection of digital works. Twitter CEO Jack Dorsey auctioned his first tweet, reaching million-dollar quotes. Blockchain-based NBA player trading cards generated $230 million in revenue.

This boom in digital art and collecting has a name: NFT, Non Fungible Token. …


In un recente articolo il New York Times sottolinea come il crescente valore economico dei dati esige rigide tutele della privacy per poter utilizzare questi dati anche per il bene pubblico. È un apparente paradosso, ma occorre rendere disponibili i dati senza svelarli. Questa strategia aiuterebbe non solo un loro uso sociale ma anche una collaborazione competitiva tra imprese.

Come “opacizzare” i dati per un utilizzo anche condiviso ma efficace e sicuro?

Per avere una sicurezza completa, i dati devono essere protetti durante tutte le fasi del loro utilizzo: quando sono memorizzati, quando sono in transito e quando sono elaborati.


New digital products for fashion and luxury brands.

Virtual sun glasses — Republique

Fashion is appearance, but, we know, appearance can be deceiving.

Do you see your videoconferencing colleague on Zoom with a flawless Armani suit? Your supervisor with an elegant Stella McCartney suit? In the online party do you observe wearing dresses by Versace, Gucci, Tom Ford?

They could all be virtual dresses, covering jumpsuits, pajamas and crumpled t-shirts.

The virtual fashion is moving, actually, the first steps but looks set to take on increasing importance in the strategies of the big brands also because of the lockdown that diminish the opportunities for “in person” social life.

We can think of two…


Virtual fashion tra le strategie dei brand della moda e del lusso.

Occhiali da sole virtuali Republique

La moda è apparenza, ma, lo sappiamo, l’apparenza inganna.

Vedete il vostro collega in videoconferenza su Zoom con un impeccabile completo di Armani? La vostra supervisor con un elegante tailleur di Stella McCartney? Nel party online osservate sfoggiare abiti di Versace, Gucci, Tom Ford?

Potrebbero essere tutti abiti virtuali, che ricoprono tute, pigiami e t-shirt sgualcite.

La virtual fashion sta muovendo, in realtà, i primi passi ma sembra destinata ad assumere una rilevanza sempre maggiore nelle strategie dei grandi brand anche a causa dei lockdown che diminuiscono le occasioni di vita sociale “in presenza”.

Possiamo pensare a due diverse tipologie…


Conversazione con Pierluigi Maori, ideatore del “trading card game” sceneggiato da Bruce Sterling.

I Bitcoin non sono l’inizio della cripto-storia. La prima originale, segreta blockchain nacque all’alba degli anni ’90. Si chiamava Cyberdeck. Era lo strumento con cui ognuno poteva sperare di costruire il futuro. Era un campo di battaglia per futuri possibili. Chiunque poteva combattere questa guerra: i sognatori, i realisti, i distopici, libertari e anarchici, reazionari e utopisti. Qualcosa è andato storto. La blockchain è scomparsa. Ma ora “i milanesi” l’hanno riattivata e resa pubblica. Cyberdeck è tornata.

Non è una realtà parallela, né l’ennesima teoria complottista.

Cyberdeck è un gioco digitale di strategia e carte collezionabili (TCG) sviluppato da Mangrovia

Federico Bo

Computer engineer, tech-humanist hybrid. Interested in blockchain technologies and AI.

Get the Medium app

A button that says 'Download on the App Store', and if clicked it will lead you to the iOS App store
A button that says 'Get it on, Google Play', and if clicked it will lead you to the Google Play store